Rifiuto di ingresso alla carovana Anti-Aids a Tarfaya!

Queste sono le notizie che fanno sprofondare il Marocco ai margini dei paesi sottosvillupati del mondo intero. Un aura di modernità, di tecnologia, di occidentalizzazione voluta sia dagli ultimi governi che dai cittadini, si disintegra davanti a informazioni come queste: semplicemente aberranti! Nel quadro del programma speciale destinato all’organizzazione di una carovana medica nelle città portuali marocchine, voluta da Sidaction (Associazione che combatte contro il propagarsi dell’AIDS), per diagnosticare in forma anonima e gratuita la positività o meno all’AIDS, un camper medico  è stato preparato allo scopo ed inviato nelle città di Essaouira, Agadir, Tan Tan sino a Dakla, attraversando tutte le piccole città costiere. All’arrivo dell’equipe medica a Akhfannir, comune rurale nella provincia di Tarfaya, i membri della Sidaction sono rimasti sorpresi dalla decisione del Caïd che a loro proibito di accompiere alla loro missione, che  era stata autorizzata dalle Autorità marocchine.  Il Caïd non ha giustificato il suo atto disgraziato e quindi i medici del gruppo si sono recati a Tarfaya, sede della Provincia, dove speravano di avere una spiegazione logica. Tragicomica, gli ausiliari della amministrazione hanno confermato l’indesiderabilità della carovana nella città, conformemente alle istruzioni ricevute dal Pacha e del Governatore, che hanno deciso di interdire l’accesso  all’equipe medica. I membri della Associazione, che ha una sede anche a Layoune, dopo aver appreso l’informazione, si sono recati a Tarfaya per chiedere spiegazioni su questo divieto e sono stati investiti da una valanga di ingiurie e insulti da parte del Pacha, comportamento poco affine al posto di responsabilità che il signore occupa. Dopo questo, i membri dell’Associazione hanno deciso di denunciare sia il Pacha che il Governatore della Regione, ma è quasi certo che la cosa verrà insabbiata a causa del posto di potere che occupano questi due personaggi ignoranti e incivili. Povero Marocco, come potrà progredire in mano a certe figure…sempre peggio, e siamo nel 2012!

Annunci

5 risposte a “Rifiuto di ingresso alla carovana Anti-Aids a Tarfaya!

    • Assolutamente si….nel 2012 certe cose sono intollerabili…..spero che lepersone ivili del Marocco si mobilitino e che questi personaggi vengano puniti…ma ho dei dubbi…

  1. in marocco è niente, il Caid di Akhafannir, poca cosa.
    Direi povera Italia, con la presenza del papa, con l’organizzazione a delinquere della chiesa,dove ancora il presevativo è tabu’, peccato.
    Per non parlare dei diritti civili.

    • Paolo caro, non esageriamo eh!!! Non esiste un neppur minimo paragone..credimi…qui per cose che da noi sono scontate si finisce in prigione…non esageriamo…capisco che in Italia ci sono dei problemi, sicuramente, e credo anche che tu conosca la mia posizione anticlericale ma veramente non è possibile fare dei paragoni….Ciao…

  2. E si amico Paolo purtroppo tra il dire e il fare …
    Sono passati 4 anni da quando ho deciso di lavorare in Marocco bellissimo paese , unico tra i paesi islamici , Me ne sono innamorato , col passare del tempo pero affiorano tante contraddizioni .
    Ce ancora molta strada Da fare e molti modi di pensare che devono evolversi a menti più aperte .
    I cambiamenti bisogna farli non solo annunciarli per fare bella figura.
    Ciao Paolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...