Tayeb in Italia..

È dal mese di giugno che si cercava di avere quei benedetti Visti d’ingresso per l’Italia. Viaggi interminabili a Casablanca, file estenuanti sotto il sole cocente di agosto, nervosismo (mio) davanti ad un immobilismo che non capivo, ma finalmente da ieri mattina Tayeb e papà Daoudi sono a Napoli, nell’ospedale S.Paolo. Tayeb compie quest’anno 12 anni, è sulla sedia a rotelle da gennaio, il percorso della malattia, la miopatia di Duchenne*,  prosegue senza sosta, in questo caso più veloce delle pure statistiche, dei puri numeri. Il suo ricovero al nosocomio dell’ospedale napoletano prevede un eventuale intervento ai piedi per  tentare di far camminare nuovamente Tayeb per qualche anno ancora, prima che la malattia prenda il  sopravvento, come nel caso del fratello Rachid che oggi ha 17 anni ed è completamente immobilizzato. Lunedì è stata una giornata piena e faticosa. Di prima mattina al Consolato di Casablanca per le varie pratiche di ritiro dei visti, pomeriggio in visita alla moschea Hassan II e alla sera in aereporto per il sospirato aereo che li avrebbe condotti in Italia. Tayeb era stanchissimo ma nonostante tutto non ho mai sentito un lamento, un capriccio, durante tutta la giornata. In macchina cantava, si guardava attorno, parlava di Guelmin, la sua città che ama tanto. Sono felice che tutto questo sia stato possibile, grazie a Bambini nel Deserto e un grandissimo grazie all’Ospedale S.Paolo di Napoli e ai suoi medici. La permanenza di Tayeb dovrebbe essere di circa 3/4 settimane; ieri i primi esami del caso e le varie visite, sempre con papà Daoudi al suo fianco, visto che l’ospedale ha messo a disposizione una cameretta dove il papà può dormire e restare vicino a bambino. Incrociamo le dita. Al momento dell’imbarco, lunedì notte, ho detto a Tayeb che al suo ritorno sarei stato all’aereoporto ad attenderlo, per vederlo camminare nuovamente. Lui mi ha risposto Inshalla!

*Miopatia di Duchenne: La distrofia di Duchenne è la più frequente e la meglio conosciuta tra le distrofie muscolari dell’infanzia. Ha un decorso relativamente rapido e attivo. Essa è anche detta distrofia muscolare generalizzata dell’infanzia. Solitamente la morte è dovuta ad insufficienza respiratoria, infezioni polmonari o scompenso cardiaco. Da quando si mostrano i primi sintomi la persona muore entro 10-15 anni e in non più del 20-25% dei casi il paziente sopravvive oltre il venticinquesimo anno di vita.

Bollettino medico del 24/09/11: Dai risultati dell’ecografia cardiaca emerge che il soffio al cuore individuato è cosa poco importante e pertanto è confermato l’intervento chirurgico (sia ad entrambe le ginocchia che ad entrambi i piedi) per lunedì. Si tratterà di un intervento di tenotomia. L’intervento non sarà banalissimo come previsto in precedenza, visto la necessità di operare in più punti del corpo. Il chirurgo si è interfacciato anche con l’equipe di specialisti in distrofie muscolari (visto che ne esistono di varie forme) del Policlinico di Napoli e con buona probabilità durante l’intervento sarà presente anche uno di questi medici per una biopsia muscolare. Gli esiti di questa biopsia potrebbero fornire utili informazioni per eventuali accertamenti anche sulla sorella di Tayeb, come richiesto dal padre. Oltre agli accertamenti sono già state prese le misure per dei tutori che serviranno dopo l’intervento. Durante gli accertamenti è stato riscontrato idrocele a un testicolo (formazione di liquido) al momento non preoccupante ma da tenere dotto controllo. Tayeb si è ben ambientato e la mattina partecipa anche a delle lezioni scolastiche che si tengono in ospedale. Ovviamente va detto che le aspettative di questo intervento non sono floridissime, per vedere Tayeb in piedi, ammesso che sia possibile, ci vorrà tempo e lavoro di riabilitazione che dovrà proseguire presso il centro di Guelmin. La cosa molto importante è che, anche se non dovesse tornare a camminare, la sua condizione attuale di estrema rigidità che gli impedisce di stare seduto o sdraiato comodamente sarà sicuramente migliorata. Noi però vogliamo vederlo in piedi.

 

Annunci

8 risposte a “Tayeb in Italia..

  1. Ho sempre guardato con malcelata ostilità i dipendenti ed i diplomatici delle varie rappresentanze italiane in giro per il mondo.
    Credo che anche questa sia una piccola conferma per quanto riguarda il mio pensiero sul loro conto…
    Un sincero augurio a Tayeb

  2. La ringrazio molto per Atalia ringraziare i medici e tutti coloro chehanno contribuito al successo di questa splendida buona Grazie a

  3. bsr m paolo; objet: une séminaire SIPAM a rabat les 20-21 octobre 2011 ; hotel chellah. PJ : programme du séminaire _ fiche d’inscription hotel chelleh raba 2; rue d’ifni. 10000 -rabat golf plus Evénementiel 05.37.68.01.35 E -mail : golf@golfplusevent.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...