Marocco: il PJD contro la nuova Costituzione

Ci siamo, da pochi giorni il progetto della nuova Costituzione è stato presentato al re e iniziano i primi attriti, decisamente forti , tra un futuro di scelte libere e la religione islamica. Il PJD (Partito Islamico Giustizia e Sviluppo) ha minacciato ieri di votare contro la futura costituzione se essa prevederà la “libertà di religione”, che, a detta dei suoi sostenitori, avrà delle conseguenzenefastesull’identità islamica.  “Non siamo contro la libertà di credo, ma pensiamo che le conseguenze nefaste di questa disposizione  saranno enormi sulla nostra identità islamica”, ha dichiarato lunedi’ Abdelilah Benkirane, il segretario generale del Partito Giustizia e Sviluppo.  Delle fonti concordanti hanno indicato giovedi’ scorso che la futura costituzione  parla dell’islam “come religione di stato ma la libertà di credo è garantita nel quadro della legge e senza che questa porti attentato all’ordine pubblico”. “Cosa significa libertà di credo? Chi permetterà a certi laici di rompere pubblicamente il digiuno durante il Ramadan?  La libertà sessuale e l’omosessualità saranno banalizzate e quindi pubbliche?”, si interroga M. Bnekirane. Il PJD è rappresentato alla Camera del Parlamento marocchino con 46 deputati su 325. Il segretario ribadisce con forza che il partito PJD non è contro la libertà di credo ma il Marocco è un paese musulmano che ha le sue leggi e porta  ad esempio la  Francia dove  è proibito il velo integrale in nome della sua legge, che va rispettata.  Il PJD ha ribadito che saranno pronti a chiedere di votare contro a questa Costituzione se questo articolo non verrà cancellato. Abdeltif Menouni, il giurista che preside la commissione consultativa per la riforma della Costituzione, istituita nel mese di marzo, ha consegnato venerdi’ scorso al re Mohammed VI il progetto di revisione costituzionale che sarà sottomesso a giudizio popolare con un referendum che si svolgerà nel  mese di luglio. Grandi scontri in vista, tra i movimenti democratici e lo zoccolo duro di alcuni partiti islamici che non si sottometteranno a queste forme di libertà individuali. Al popolo l’ardua sentenza: un paese libero, moderno e democratico oppure una società civile che continuerà a fondare i suoi comportamenti sulla religione islamica?. Vie di mezzo, in questo caso, non possono esistere, se non quella della libera scelta.

Annunci

6 risposte a “Marocco: il PJD contro la nuova Costituzione

  1. Ciao Paolo. Visto che ti trovi lì in Marocco, quindi percepisci un po l’atmosfera; volevo domandarti di provare a pronosticare il futuro di questo paese. Riuscirà ad ottenere questi cambiamenti, diventando così un paese moderno e libero? 🙂

  2. Discorso impegnativo…sono del parere che le nuove generazioni potranno fare la differenza e cambiare le cose…pero’ nei paesi arabi, è risaputo,è molto difficile fare delle previsioni. 🙂 Io dico da sempre che il Marocco è un paese schizzofrenico (come altri paesi arabi, vedi la Tunisia, l’Egitto, ecc..) e di conseguenza anche i marocchini: esistono due binari precisi e paralleli, uno è quello della modernità, di internet, del futuro, mentre l’altro è quello della religione e delle tradizioni più ancestrali. Quotidianamente un marocchino è messo a dura prova e deve rispondere in negativo e in positivo sulle sue azioni: posso o non posso fare questo, questo è proibito, questo è ok, ecc.. E’ molto difficile, suppongo, vivere tra due fuochi e sentirsi in colpa per degli atti che sono intrinsechi nella modernità, nell’attualità delle cose, nel vivere il terzo millenio . Tutto questo poi ammantato da tanta ipocrisia (giustificabile a questo punto), che serve a mistificare azioni proibite e/o illecite ma che si compiono regolarmente (vedi alcool, sesso, droga, ecc..). Pero’ ti ripeto, è un discorso molto più profondo che con un commento è impossibile affrontare in maniera soddisfacente…

  3. Esatto.. 🙂 “ogni giorno un marocchino è messo a dura prova” arrivando al punto di mistificare l’ipocrisia e la realta.
    Un eventuale approvazione cosa, a tuo parere, farà suscitare nel popolo?

  4. secondo me l’Islam avrebbe bisogno di adeguarsi ai tempi moderni… tutte le religioni si sono evolute, cristianesimo compreso, mentre i musulmani sono rimasti legati a tradizioni toppo arcaiche… come tu sottolinei Paolo!
    … forse è tutto qui il problema… o forse minimizzo troppo!=>

  5. No Valentina, hai solo semplificato… 🙂 riassumendo il nocciolo della questione è uno solo: Laicità dello Stato, Separazione tra lo Stato e la Religione. Facile a dirsi, difficile a immaginarlo nei paesi a religione islamica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...