“We are the world”, remake per il mondo arabo.

Ventisei anni dopo “We are the world“, Quincy Jones vuole oggi rieditare lo stesso successo con un remake in arabo che si chiamerà ” Tomorrow/Bokra” (Domani). “Sono assolutamente convinto del risultato ottenuto. Credo che la canzone toccherà i cuori, ha dichiarato ieri a Rabat Quincy Jones, nell’ambito del Festival Mawazine Ritmi del Mondo 2011,  insistendo sul fatto che Bokra condivide lo stesso messaggio della sua anima, quello della pace, dell’amore e la promessa di un avvenire migliore per i bambini. Questo messaggio, ha aggiunto “si inquadra perfettamente con quello che sta succedendo oggi in Medio-Oriente. Le cose hanno avuto luogo simultaneamente. E’ incredibile !”. Purtroppo per noi il risultato finale di questa canzone sarà visibile e udibile entro la fine dell’estate. Rumors danno la presenza di tutte le maggiori stars musicali del circuito internazionale oltre a quelle arabe. L’inizio di questo progetto è stato fermamente voluto dall’entourage di Quincy Jones, che era dietro all’idea, e la confermata presenza del cantante al Festival Mawazine, che riunisce artisti come Shakira, Lionel Richie e molti altri, ha fatto il resto.La proposta è stata immediatamente recepita e un ponte è stato gettato tra le culture attraverso la musica. Se Quincy Jones è l’iniziatore del progetto, la parte importante del lavoro è in mano ad un artista marocchino: RedOne. “Sono fiero di far parte di questo progetto. Come marocchino certo, ma anche come produttore, perchè Quincy Jones è il mio padre spirituale”, ha dichiarato alla stampa RedOne, che ha lavorato con Lady Gaga ad una sua produzione. Di questo artista la composizione musicale mentre Majda Roumi ha scritto il testo della canzone dopo aver ricevuto un messaggio da Quincy Jones che le chiedeva di partecipare al progetto e di preparare una adattazione araba della canzone originale in inglese. Il casting comunque sia è l’ultimo dei problemi in quanto l’adesione al progetto è stato unanime. Ogni artista canterà nel suo proprio dialetto arabo e finalmente tutti canteranno per la stessa causa. Secondo RedOne sarà la solidarietà araba che avrà il ruolo maggioritario in tutto il contesto. “We are the world” è una canzone conosciuta a livello mondiale,  registrata dal gruppo americano USA for Africa nel 1985. Co-scritta da Michael Jackson e Lionel Richie, è co-prodotta da Quincy Jones e Michael Omartian, ha venduto oltre 20 milioni di dischi raccogliendo più di 63 milioni di dollari per l’aiuto umanitario. Vi ricordo che domenica sera Quincy Jones e altri artisti del Festival Mawazine, che finirà domani, saranno presenti sulla Place Jemaa El Fna di Marrakech per un mega concerto per la paceil cui ricavato sarà interamente donato alle vittime dell’attentato del Caffè Argana del 28 aprile scorso.

Annunci

2 risposte a ““We are the world”, remake per il mondo arabo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...