Alex McQueen

Alex McQueen amava profondamente Marrakech. So’ questo da alcuni amici americani e marocchini che frequentavano il suo piccolo e prezioso Riad nella medina. Oggi si è tolto la vita, nella sua casa inglese. Come tanti altri stilisti internazionali  (John Galliano, Dolce e Gabbana, Giorgio Armani, lo scomparso Yves S.Laurent, Pierre Bergé) McQueen era un “aficionados” della Ville Rouge, dove prendeva spunto per le sue collezioni strepitose. Mastico qualcosa di moda avendoci lavorato per 20 anni e credo che fosse un genio, un vero artista, un creatore fattosi dal nulla e lavorando sodo. Memorabile la sua sfilata nel 1999, a Londra, in cui compariva la modella Aimee Mullins, amputata delle gambe, che a grandi passi attraverso’ la passarella su protesi in legno finemente lavorate, accompagnata da alcuni robot per la verniciatura delle auto che spruzzavano vernice su abiti di cotone bianco. Mancherà alla moda il suo genio, il suo talento e il suo estro inconfondibile.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...