Sufismo a Fés

suficopertinaLa 3a edizione del “Festival di Fés della cultura sufi“: un anima per la mondializzazione“, avrà luogo dal 18 al 25 aprile 2009. Una manifestazione che servirà a scoprire la diversità del patrimonio culturale sufi nel mondo. Nessun puo’ ignorare l’apporto culturale del sufismo sulla civilizzazione musulmana e particolarmente in Marocco. Questo patrimonio, che si manifesta nell’architettura, nell’arte e nella  letteratura, porterà i suoi valori centrali nella 3a edizione del Festival con l’ambizione di far riflettere sull’unicità della cultura sufi nei diversi angoli del mondo, cosi’ come discutere sulle diversità delle sue espressioni. Una delle caratteristiche della voce del sufismo è di permettere la rara articolazione tra il compiere una trasformazione personale, intima, con la trasformazione collettiva. Questa interazione tra il personale e il collettivo permette la produzione di una cultura viva, che cambia con i tempi e i luoghi, dove il fine ultimo è quello dell’espressione dei valori universali. Questo Festival, sotto l’Alto Patronato di SAR Mohammed VI, dovrà favorire, in primis, un dialogo interculturale attraverso la cultura sufista nel mondo. Il programma prevede dei dibattiti consacrati alla riflessione sull’articolazione tra i valori spirituali e mondializzazione che saranno dibattuti nel Forum Un anima per la mondializzazione” organizzato a margine del Festival insieme a “Prevenzione dela crisi alimentare“, “La fine del capitalismo” e “Corpo e spiritualità“, che vedranno la partecipazione di imminenti figure di diversi orizzonti culturali e religiosi. sufi1Figurano anche nel programma alcune conferenze su “I manoscritti di Ibn Al Arabi“e “Il sufismo e la riforma dell’Islam“, seguiti da alcuni ateliers animati da artisti marocchini e stranieri. Tutto questo per rendere importante oggi, la relazione tra le culture sufi e i valori che essa veicola, rendendo possibile la percezione dell’Islam come progetto di civilizzazione, interrogandosi appunto su quale puo’ essere il modus più attuale per definire questo progetto. La programmazione musicale prevede numerosi concerti di musica sufi con la partecipazione di cantanti e musicisti di tutto il mondo. Come il franco-congolese Abd Al Malik, Mohammed Tarwat (Egitto), Saad Tamsamani (Marocco), Omar Sermini (Siria), Daouda Dieye (Senegal), Abir Nasraoui (Tunisia), Eduardo Paniagua (Spagna) e Sabah Fakhri (Siria). L’arte del samâa e la musica andalusa saranno presenti al Festival con la partecipazione di Tariqa Qadiriyya Boutchyya e Saqalliyya (Marocco), Tariqa Alawiyya (Algeria), i Derviches Tourneurs (Siria), oltre ad artisti come Mohammed Brioul, Mohammed Bajeddoub, Abderrahim Souiri e Abdelfattah Bennis. Se siete in Marocco in quei giorni vi consiglio vivamente di prevedere una tappa a Fés, non ne rimarrete delusi: si respira un’aria veramente mistica e tanta energia positiva, oltre ad ascoltare una musica ipnotica e avvolgente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...