Slow Time

slow1Un paio di mesi orsono scrissi un post sullo Slow Time..sul prendersi il proprio tempo e selezionare, anche con un pizzico di sano egoismo, le proprie esigenze personali, lontano dagli stereotipi del “devo esserci a tutti i costi” o del “non posso mancare“. E’ nell’aria credo, la voglia di riprendersi  i propri sentimenti, il proprio tempo, la propria vita. E’ nell’aria, io lo sento, dalle email che mi arrivano, da certi posts, da firme del giornalismo colto e intelligente, dagli amici che conosco. E non si tratta di età, si tratta di lifestyle, di una corrente che credo stia attraversando il mondo, dopo le frenesie e le brutture degli ultimi decenni. L’egocentrismo sta lasciando il passo all‘introspezione, al bisogno di capirsi, comprendersi e comprendere. Io ci credo, lo desidero molto e credo che negli anni a venire succederà qualcosa di bello e di vitale; una grande e lunga  coda dorata di cometa  che porterà tutti noi a riscoprire nuovi (antichi) valori, profondi, colmando il nostro bisogno di vita. Tutto questo panegirico per arrivare a un invito che mi è stata inviato dal Comptoir di Marrakech che annuncia l’avvio, ogni giovedi’ sera, delle serate Slow Time..l’invito proseguiva recitando a chiare lettere:” Fine dell’arroganza, dell’egoismo e della brutalità. Buongiorno alla gentilezza, alla dolcezza, alla benevolenza, alla solidarietà, alla sensualità, alla tenerezza, alla generosità, alla volutta e al glamour. signslow20white2Io gongolavo… un locale come il Comptoir, regno imperante e indiscusso dello chic, del fashion, della bella genteinformapalestrata, dell’IO e dell’Avere, si riscopre Slow. Il nostro famoso “lento” di anni passati, il ballo del batticuore, dell’abbraccio con i respingenti, il ballo del primo bacio alla festa nel garage del papà, delle fantasie più sfrenate. Che bello ragazzi!. Sarebbe un vero scoop rivedere la nostra bella gioventù condizionata da una società malata, approcciarsi di nuovo a questa lentezza dei sensi. Mi stupisco sempre nel, vedere la Bellezza della Gioventù, ne rimango affascinato e sarei felice vedere un ritorno, in questa gioventù, alle cose semplici, immateriali, eteree, di pensiero. Ritorno sull’invito del Comptoir: “Approcciamoci gli uni agli altri, il tempo di una sera, rintroduciamo lo Slow !. Riscopriamo insieme la dolcezza della sua playlist circondata d’amore. Balliamo !, si, balliamo lo Slow ! Perchè? Perchè in questo ballo a fior di pelle si evoca tenerezza, sensualità, volutta che si agita attorno a voi..un po’ di dolcezza in un mondo brutale..perchè no ?.” Rigongolo..ma allora è vero, non sto sognando, non è un semplice Amarcord…il tempio dei fashionvictim più fedeli riscopre il “lento”… e vai!! Ho un solo problema da risolvere prima di giovedi’ prossimo, quando al Comptoir abbasseranno le luci e inizieranno le danze; che sono single!

Comptoir Darna – Av. Echouahada Hivernage – Marrakech

www.comptoirdarna.com / http://www.facebook.com/group.php?gid=17852606447 Gruppo Facebook

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...