Rakkas:il postino d’Antan..

postinoIl servizio postale ufficiale marocchino non esisteva ancora ma la gente si arrangiava come poteva e grazie al Rakkas le missive venivano inviate in tutto il Paese. Il Bollettino Filatelico del 1912 descriveva questo servizio cosi’: “Il solo e migliore mezzo per far pervenire una missiva all’interno del Marocco, è ancora il coscienzioso Corriere a piedi. Conosce tutti i cammini e i sentieri del Paese che sono impraticabili per i cavalieri, glissando tutti con superiorità“. Nelle sue corse per monti e vallate il Rakkas si fermavano lo stretto necessario per riposare qualche ora e mangiare spartanamente un po’ di cibo. Le lettere venivano portate in un piccolo sacco di cuoio appeso al collo e tra le mani un lungo bastone di circa un metro. Il corriere era generalmente vestito con capi poveri; a volte era proprietario di un paio di sandali che sospendeva preziosamente al collo con un cordone, durante la sua marcia, per non sciuparli. Questo era anche il Marocco, d’altri tempi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...