Il Faro di Marrakech

koutoubianotteE’ difficile da dimenticare. Quando arrivi dall’aereoporto, per la prima volta a Marrakech, si staglia alta, fiera, imponente e magica, e ti guarda. E di gente, di storie, di guerre ne ha viste tante, per lunghi secoli sino ad oggi. Il minareto culmina a 77 metri. Quattro grandi boule dorate ornano la sua vetta. La leggenda vuole che siano in oro puro e che il loro equilibrio è dato dall’influenza dei pianeti. Il minareto della Koutoubia è diventato l‘emblema di Marrakech e un punto di riferimento importante per tutti i visitatori della città, dato che è visibile da tutti i suoi lati . Fu il secondo sovrano della dinastia almohade, Abd El Moumen, che volle dotare la sua nuova capitale di un luogo di culto che simboleggiasse il ritorno ai valori dell‘Islam, costruendo la nuova e grande moschea. koutoubia1Scelse come luogo quello dell’antico palazzo Ksar el Hajr (palazzo della pietra) dell’almoravide Abou Baker, che era distrutto dalle guerre e dall’incuria. I lavori vennero eseguiti in fretta, troppo rapidi e insicuri, ma la moschea venne inaugurata nel 1157. Il minareto, battezzato Koutoubia in ragione dei numerosi librai che si installarono ai suoi piedi, rimase in attesa dopo che la moschea fu distrutta poco dopo la sua inaugurazione, quando si stabili’ che il Mihrâb, la nicchia ricavata nel muro di preghiera, non era orientata verso la Mecca!. La ricostruzione avvenne immediatamente e le fondamenta della prima costruzione sono ancora visibili. Il progetto venne affidato all’architetto spagnolo Gueber di Siviglia, che edificherà in seguito la Giralda di Siviglia e la Torre Hassan di Rabat. La bellezza della Koutoubia, data dalla sua imponenza, non fu mai eguagliata in tutto il Maghreb. koutoubia4Le dimensioni della seconda Koutoubia sono esattamente uguali alla prima. Costruita in pietra e mattoni, è larga 90 metri e lunga 60. E’ composta da 16 navate parallele di uguale misura e di una navata mediana costruita perpendicolarmente al muro delle preghiere. La navata centrale è sormontata da 7 cupole, l’ultima ricopre il Mihrâb. La sedia della preghiera, il Minbar, ha un valore storico enorme (vedi anche alla Pag. Marrakech – Museo Dar Bacha). Imponente per la sua stazza: 4 mt di altezza e 3,50 di profondità, venne realizzata a Cordoba nel 1120 su richiesta di Ali Ben Youssef  per la sua moschea almoravide, anche questa distrutta. Incrostata di avorio, legno di ebano e di sandalo, costituisce il modello originale di numerosi minbar spersi nel Maghreb o nella Spagna musulmana, campione di bellezza ineguagliabile e unica vestigia tangibile della moschea Ben Youssef. La Koutoubia impone rispetto; lo si accorda volentieri quando si è ai suoi piedi, per ammirarla, cercando di carpire i suoi misteri. Il minareto quadrato, in stile moresco, costituisce uno dei più importanti monumenti del XII° secolo almohade. koutoubiaparticolareOgnuna delle facciate ha decori differenti, alcuni scolpiti nello stucco, come se quattro architetti differenti avessero cercato di rappresentare le porte celesti. Sulla sua sommità, un lanternone di 16 mt regna indisturbato. L’interno del minareto è costituito da sei sale unite da una rampa che dava l’accesso alle bestie da soma, che trasportavano i materiali da costruzione. Per chi arriva da Essaouira, Safi, Fès o Ouarzazate, questo minareto è già visibile a 40 km dalla città. La Koutoubia deve il suo nome ai “Kutubiyin“, i librai, che nel XII° e nel XIII° secolo vendevano i loro libri sullo sterrato antistante la moschea. Purtroppo sia la moschea che il minareto sono visitabili solo dall’esterno; l’ingresso è severamente proibito ai non musulmani, come in tutte le moschee e luoghi sacri del Marocco, fatta eccezzione per la moschea Hassan II di Casablanca. Accontentatevi di ammirarla cosi’,  magari sedendosi su di una panchina antistante l’ingresso e immaginatela in tutto il suo splendore. Eterno.

4 risposte a “Il Faro di Marrakech

  1. quando ci passai io nel 94 la moschea (la stavano ancora parzialmente completando)Hassan II non era visitabile da parte dei non mussulmani.
    Mi sono sempre domandato il perchè in Marocco (ed in altri Paesi Arabi “moderati”)ci sia questo divieto totale di accesso per i non fedeli. Mentre ad esempio in Iran l’accesso sia libero
    Saluti.

  2. Ciao Anafi, te lo spiego subito. Durante il colonialismo francese in Marocco, si verificarono alcuni “incidenti” tra soldati e musulmani all’interno delle moschee. Il lungimirante maresciallo Lyautey decise allora, con un ordinanza, di proibire l’accesso ai luoghi di culto ai non musulmani. Quella legge è ancora oggi in vigore. Serena settimana!

  3. Ciao Paolo.
    Sai, ogni volta che sono stata a Marrà ho sempre voluto andare nel giardino della moschea al momento della preghiera del tramonto. Mi siedo su una panchina o sul bordo della fontana sul lato rivolto verso la piazza Jema e guardo la gente entrare in quella porticina sull’angolo. Poi ascolto e mi guardo intorno. Mi piace cercare di capire se le persone che sono lì intorno pregano o rivolgono almeno un pensiero ad Allah anche se stanno camminando o lavorando o semplicemente passando. L’atmosfera è davvero affascinante per chiunque. Il richiamo alla preghiera con quel canto e vedere le persone arrivare numerose da ogni lato, è poetico. Mi fa ricordare la favola del pifferaio magico, lui suonava il piffero e tutti i topini lo seguivano in corteo. Ha un non so chè di romantico e struggente, eterno, rassicurante e calmante. Io mi fermo qui, alla porta della moschea, non sono musulmana e posso solo apprezzare il momento e l’intensità. Dietro a quella porta…spero solo in preghiere di pace e comprensione per chiunque e so che è così per ogni uomo buono qualunque sia il suo credo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...