I conti dell’estate.

Ad eccezione della Spagna che ha aumentato i suoi ingressi del 26% rispetto al 2007, l’insieme del mercato del turismo a Marrakech ha subito un calo, aspettando i dati definitivi della stagione estiva. Nel mese di luglio sono entrati a Marrakech 114.000 turisti con una quota di 430.000 notti. Nello stesso periodo dell’anno 2007 Marrakech aveva accumulato 120.600 arrivi con un tasso di occupazione delle camere stabilizzato sul 57%. Quest’anno secondo le categorie del settore gli Hotels 4 stelle hanno accumulato un tasso di occupazione pari al 70% contro il 46% dei 5 stelle. La tendenza rimane invariata per i prossimi mesi e il principale mercato, quello francese, ha subito un ribasso del 14% in termini di arrivi e un 17% in termini di notti occupate. Normale se si pensa che in Francia, il turismo nazionale ha subito una contrazione del 3%. Una contro-performance dovuta al marasma economico in Europa che ha dimezzato il potere di acquisto. In calo anche il mercato britannico con un meno 29%. Da un anno il mercato UK é in discesa vertiginosa dopo un 2006 che gridava “al miracolo“. British Arways ha sospeso i suoi voli diretti e la compagnia di bandiera marocchina sta seriamente pensando di cedere le sue tratte alla sorella low-cost Atlas Blue. Ma il dato più sorprendente é il calo dei MRE (marocchini residenti all’estero) pari all’81% in termini di arrivi e del 72% in termini di notti realizzate negli stabilimenti. E’ chiaro che i MRE preferiscono alle tariffe degli Hotels quelle degli appartamenti arredati, che prolificano su Marrakech. Ne é riprova il fatto che la moltitudine di caffé, bar, ristoranti e locali notturni non hanno subito inflessioni importanti. I 4 stelle escono bene da queste statistiche. Promozioni e tariffe speciali hanno aiutato queste attività che registrano un incremento del 6% rispetto all’anno precedente. Un buon score anche per le varie residenze turistiche dichiarate come i Riad con più di 300.000 turisti che hanno scelto questo tipo di soggiorno. Per contro il mese di luglio é stato un mese di vacche magre per i villaggi turistici dislocati ovunque sul territorio della Ville Rouge, con un calo del 20%. I Tour Operators dichiarano che sempre più turistici preferiscono costruirsi personalmente il loro viaggio “alla carta” senza dover sottostare ai ritmi dei Clubs. I 2 e 3 stelle hanno registrato un calo rispettivamente del 24 e del 16%. I dati relativi al mese di agosto e settembre saranno resi noti i primi di ottobre ma si prevede un calo dovuto anche alle date del Ramadan, che combaciano con l’inizio dell’Alta Stagione a Marrakech (settembre).

Fonts: L’Economist – Badra Berrisoule

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...