Les Folie’s di Marrakech

Un francese, coraggioso, lancia a Marrakech la prima Rivista di cabaret compatibile, secondo lui, con l’Islam e dichiara:”Questo non é il Moulin Rouge perché non siamo a Parigi e neanche il Circo du Soleil. Qui offro un sogno rispettando la cultura di un Paese“. Per Claude Thomas, 49 anni di età e 15 anni di spettacoli in giro per il mondo, la sfida é partita l’8 maggio 2008 e si chiama “Les Folie’s de Marrakech“. Confida che h voluto proporre un cabaret alla musulmana perché voleva un prodotto 100% Marocco investendo con il cugino, 10 milioni di euro in questo progetto faraonico. Durante un ora e mezza di spettacolo il pubblico assisterà ad un giro del mondo con acrobati, maghi, pirati, un uomo volante nella sala, fontane, danze, musica e humor. Ma, l’Islam obbliga ad alcune regole come l’abbigliamento ed ecco allora apparire veli che coprono nudità, collant che mascherano gambe troppo in vista e canotte che  coprono torsi maschili decisamente sexy. Questa avventura nasce nel maggio 2006 quando dalla Francia arriva per passare qualche giorno a Marrakech, entusiasmandosi  per questa nuova “Las Vegas” marocchina. Torna in Francia e chiede consiglio al Consolato del Marocco a Lille e il consiglio é quello di usare la parola “music-hall” piuttosto che “cabaret” e viene messo in contatto con il “Wali” (prefetto” della Ville Rouge). Con suo cugino acquista 5 ettari di terreno e costruisce una sala da 2.000 mq che puo’ accogliere 1.100 clienti per una cena-spettacolo che costa 500 Dh (50 Euro c.ca). Inizia le audizioni di 300 acrobati, mangiatori di fuoco, volteggiatori, ballerini di break attraverso il Paese e seleziona 47 elementi di cui 12 ragazze dai 17 ai 32 anni. Giovani che arrivano da ogni angolo del Marocco, dalla borghesia di Casablanca ai ragazzi di strada di Salé. Recruta poi cinque coreografi per formare la troupe e iniziano le prove che durano 14 ore al giorno su nove mesi di lavoro. Il coreografo cubano Santiago Martinez ha adattato la messa in scena alle regole dell‘Islam: “Un giorno ho chiesto loro di incrociare le braccia ma si sono rifiutati perché questo gesto era troppo simile a quello di Gesù Cristo. Allora ho chiesto semplicemente di alzarle più in alto”, ha spiegato l’artista sorridendo.  La vedette dello spettacolo si chiama Machriki, ha 19 anni, ed é stata funanbola del Circo di Salé e, parallelamente al suo lavoro di artista, ha ripreso gli studi che aveva abbandonato all”età di 13 anni. Il suo sogno, essere una artista completa, si é realizzato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...