Lo choc degli ignoranti “limitati”.

Abdelkarim Chankou é un giornalista che collabora con il portale e-marrakech e scrive su diversi giornali sia arabofoni che francofoni. Vi propongo questo interessante articolo che prende in analisi le diverse sfaccettature nel modo di interpretare e reagire a certe forme di analisi e di critica e, spero, che se ne prenda atto nel mondo arabo.

 Il mondo arabo-musulmano deve apprendere a vivere in pace e serenamente con quelli che sono  considerati come “dei tentativi blasfemi” contro la sua fede. Un film, un libro, un dipinto, una scultura, una caricatura o anche una piccola “blague“di cattivo gusto che mette in scena un episodio del Corano o il personaggio del messaggero Maometto, non puo’ nulla e tantomeno attentare o diminuire la forza né la grandezza dell’Islam. Al contrario, questi mezzi di espressione lo rinforzano. Al contrario quello che sminuisce sono le reazioni violente, epidermiche e sovente esagerate da chi si crede il guardiano del tempio. Molto semplicemente le buone epopee non muoiono. Né l‘Islam, con XV secoli di storia, né il Cristianesimo con più di XX secoli, né l’Ebraismo con XXIII secoli, non possono soffrire di dubbi o negazioni che sono portati con prove scentifiche, tangibili. Neppure dei testi profani come l’Iliade, opera del grande poeta Omero, 28 secoli di età, sembra immune contro i tentativi di adattazioni fatte, in buona o cattiva fede: il film hollywoodiano “La guerra di Troia” che ha riscosso un successo incredibile al box-office non ha minimante preso atto quello che la memoria collettiva universale ha degli eroi della presa delle valle degli Dei da parte delle armate. Allora che cosa puo’ il film del deputato olandese Geert Wilders contro l’Islam? Niente. Salvo quello che ha già provocato; reazioni smodate, violente e ostili contro i Paesi Bassi e nel mondo arabo musulmano. Il film, basato sullo scritto di Ayaan Hirsi Ali’, ex deputato liberale di origini somale esiliata negli Stati Uniti, non puo” scalfire minimamente l’immagine e il messaggio che il Vero Islam vuole veicolare. E’ tempo che i musulmani si convincano una volta per tutte che sono i buoni fedeli che fanno buono l’Islam e non il contrario. Gridare al complotto tutte le volte che uno scritto o un film cercano di vedere l’ultima religione monoteista sotto un angolo differente é un atto IRRESPONSABILE e INDEGNO della civiltà del XXI secolo. “Durante la sua discesa dal Monte Sinai, Mosé era sotto l’effetto di potenti allucinogeni e anche quando presento’ i X Comandamenti al popolo ebreo“, dichiara Benny Shanon, professore del Dipartimento di Psicologia cognitiva all’Università ebraica di Gerusalemme. Dopo questa dichiarazione il professore e imminente ricercatore non é stato né impiccato, né crocifisso dai media e tantomeno dalla gente che ha un immagine collettiva del salvatore del popolo ebraico molto alta e importante. L’ultima tentazione di Cristo, il film dell’ex seminarista americano di origini italiane Martin Scorzese (1987) che mette in scena Gesù fatto uomo che sogna di possedere Maria Maddalena e avere dei figli non ha provocato, eccetto rari casi come quello degli adepti della chiesa integralista parigina di S.Nicola di Chardonnet, alcuna leva di scudi nel mondo cristiano. E malgrado questo film sia stato girato in parte in Marocco e sponsorizzato dalla sua compagnia aerea nazionale: la RAM!! Stesso discorso per un altro cineasta di origine irlandese: Mel Gibson. L’attore/regista ha firmato un film sulla passione di Cristo insistendo su molti dettagli antisemiti; malgrado questo dopo la sua uscita nel 2004, nessun colpo di mano, nessun attacco é stato fatto come quello rivolto al povero Salman Rushdie, colpevole di avere scritto su un episodio curisoso del Corano e condannato a morte dagli integralisti islamici.

Fonts: e-marrakech.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...